Il Centro Tirreno - Arte e Cultura
22
Mar, Set

Arte e Cultura il Centro Tirreno

News: Notizie e approfondimenti, Italia, Estero, Cronaca, Politica, Arte e Cultura, Eventi, Cinema, Musica, Sport, Salute, Tecnologia, Cucina, Lavoro, Meteo, Amici Estero
  1. Alla Galleria Sopra Le Logge a Pisa 40 quadri dell'artista di Boston da ammirare.

  2. A parte 5750 mascherine per gli studenti e 2mila per il personale nonché il gel sanificante pronti in loco per l'uso, la situazione della 'Direzione didattica Angelo D'Ajetti a Pantelleria, la scuola autonoma più piccola d'Italia per numero di studenti (411 in tutto), è tragicamente nella norma con un "covid che rischia di trasformare i buchi in voragini".

  3. L’angolo delle interviste venerdì 4 settembre 2020. Di nuovo, ciao amici, che ci seguite dagli Stati Uniti, dall'Italia e da altre parti del mondo. Ben ritrovati. 

  4. Lo screening sierologico avviato sul personale scolastico ha consentito di individuare tempestivamente un caso di Covid-19 tra gli insegnanti di una scuola materna di Gorizia.

  5. "E' pari a zero" il rischio che corrono insegnati nel manipolare i quaderni con i compiti degli alunni o le fotocopie distribuite in classe e poi riprese dal docente.

  6. Sulla scuola “ho dato suggerimenti e sollevato critiche, ma in questo momento vanno messe da parte.

  7. Didattica mista è la parola d'ordine che accomuna quasi tutti i rettori italiani. Da Nord a Sud.

  8. "L'attenta azione di screening e di contact tracing effettuata dall'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina (Asugi) ha consentito di individuare un caso di positività al Covid-19 tra il personale docente dell'Isis Michelangelo Buonarroti di Monfalcone e di conseguenza, in base al principio di massima precauzione, sono stati sottoposti a isolamento fiduciario in attesa dell'esito del tampone 115 allievi appartenenti a cinque classi dell'Istituto".

  9. "La scuola è il posto più sicuro se si rispettano le regole, i ragazzi sono più rispettosi e ricettivi rispetto agli adulti".

  10. L'azione di screening e di contact tracing effettuata dall'Azienda sanitaria universitaria Giuliano Isontina (Asugi) ha consentito di individuare un caso di positività al Covid-19 tra i docenti dell'Isis 'Michelangelo Buonarroti' di Monfalcone, in provincia di Gorizia.

  11. La riapertura delle scuole nell'anno della mascherina per gli studenti e delle distanza da rispettare in classe, ha fatto scattare sui social la rabbia dei movimenti della sfera no-mask e no-vax sulle tante pagine delle associazioni.

  12. "Primo giorno di scuola senza particolari criticità in città, a Bergamo: lo scaglionamento degli ingressi in classe, con molti studenti in entrata a scuola alle 10 del mattino, ha consentito di ridurre la pressione sul trasporto pubblico, che nel frattempo è stato rinforzato con più corse, e di garantire il rispetto delle disposizioni anti Covid-19".

  13. "Buon inizio di scuola a tutti gli studenti e gli insegnanti. Si doveva iniziare e si è iniziato, almeno dove si è potuto e voluto iniziare".

  14. Nuovo regolamento disciplinare; posizione statica sui banchi o in situazione dinamica in classe si sta con mascherina; igiene, rispetto delle regole di distanziamento e tracciamento...."Andiamo verso una sorta di militarizzazione ma c'è da scegliere.

  15. "Al momento è tutto tranquillo. Non vorrei parlare troppo presto, facciamo gli scongiuri ma non abbiamo segnalazioni particolari.

  16. 14 settembre, lezioni al via per oltre 5,6 milioni di studenti. Una ripartenza particolare quest'anno, il primo dell'era Covid, con nuove regole, restrizioni e norme.

  17. E' caos sui certificati per la riammissione in classe dei bimbi dopo una malattia. "Un punto debole del sistema", non nasconde Alberto Villani, presidente Società italiana di pediatria e membro del comitato tecnico scientifico, Cts, sentito dal 'Corriere della sera'.

  18. Sono oltre 500mila i test sierologici effettuati dal personale scolastico su 970mila docenti e non, pari a oltre il 50% del totale, escluso il Lazio che ha eseguito i test in autonomia.

  19. “Non saremo mai pronti nel breve alla riapertura delle scuole, perché non si può essere completamente pronti in una situazione di questo genere e partendo da una realtà delle scuole disastrata da decenni di carenze nell’intervento sulle strutture scolastiche.

  20. di Antonella Nesi

Seguici anche su Facebook